Fissa il tuo appuntamento, compila il modulo!

 

Servizi di Diagnostica Ecografica

 

diagnostica-ecografica-roma

 

Il Poliambulatorio Talenti ha sempre operato nell’ambito della specialistica dal 1976.

Nella nostra Struttura è presente dal 1981 una sezione di Diagnostica Ecografica, con strumentazione all’avanguardia di tipo pluridisciplinare.

Dal 1989 ne è coordinatore il Dott. Antonio Aliotta.

L’Ecografia è una tecnica diagnostica che si serve degli ultrasuoni (e non di radiazioni ionizzanti) per ricostruire su di un monitor l’immagine delle regioni esaminate; ciò permette all’operatore di studiare organi ed apparati e di individuare numerose patologie.

Si tratta di un esame rapido, non dannoso, non rischioso, non invasivo, non cruento e non doloroso, con un’accuratezza diagnostica alta, anche se alcune condizioni possono ridurne l’attendibilità.
La diagnosi viene formulata «in diretta» dall’operatore durante l’esecuzione dell’esame stesso.

Sono possibili Check up personalizzati a seconda delle esigenze del singolo paziente da concordare con lo specialista di riferimento.

 

Ecografia Generale

  • Addome superiore e inferiore
  • Fegato e vie biliari (senza o con eco-doppler portale)
  • Pancreas
  • Milza
  • Aorta addominale ( senza o con eco-doppler)
  • Linfonodi addominali
  • Anse intestinali
  • Reni ( con eventuale color doppler AA renali)
  • Surreni
  • Vescica
  • Prostata (via sovrapubica)
  •  Prostata (via transrettale)
  •  Pelvi femminile
  • Scroto (senza o con color-doppler per studio deficit grettile)
  • Torace (studio del versamento pleurico)
  • Ghiandole salivari ( parotidi e sottomandibolari)
  • Tiroide (senza e con color-doppler)
  • Paratiroidi
  • Mammella
  • Muscoli
  • Tendini
  • Articolazioni
  • Cute e sottocute tessuti molli (tumefazioni sottocutanee)
  • Stazioni linfodonali superficiali

 

Ecografia Ginecologica

  • Ecografia pelvica
  • Ecografia transvaginale
  • Monitoraggio follicolare
  • Ecografia ostetrica (inclusa ecografia morfologica)
  • Flussimetria in gravidanza
  • Ecografia mammaria

 

Ecografia Cardiologica e Vascolare

  • Ecocardiogramma
  • Ecocardiogramma con color doppler
  • Eco-color doppler arterioso e venoso dei vasi epiaortici
  • Eco-color doppler arterioso e venoso arti superiori
  • Eco-color doppler arterioso e venoso arti inferiori
  • Eco-doppler arterioso e venoso
  • Eco-color-doppler dei singoli organi
  • Eco-color-doppler tiroide
  • Eco-color-doppler renale
  • Eco-color-doppler fegato
  • Eco-color-doppler aorta addominale
  • Eco-color-doppler scrotale e peniena

Tutti i nostri esami vengono eseguiti con riferimento a «STANDARD PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELL’ESAME ECOGRAFICO» (Società italiana di Ultrasonologia in Medicina e Biologia, JOURNAL OF ULTRASOUND 2009, numero speciale)

 

Preparazione per Esami Ecografici

  • Fegato, vie biliari, colecisti, pancreas, addome superiore, linfonodi addominali:

digiuno da 8 ore; è possibile bere acqua per chi deve assumere terapia orale; in caso di necessità è possibile bere tè, succo di frutta e mangiare due fette biscottate.

 

  • Vescica, prostata per via sovrapubica, utero, ovaie, pelvi maschile, pelvi femminile:

non urinare nelle due ore precedenti l’esame; un’ora prima dell’esame bisogna aver terminato di bere 3/4 litro d’acqua; se il riempimento vescicale risulta intollerabile, all’interessato/a è consentito urinare parzialmente.
Se l’esame viene eseguito nelle prime ore della mattinata e l’interessato/a lo preferisce, si può, invece di bere quanto indicato, trattenere quanto più possibile l’urina prodotta durante la notte.

 

  • Prostata per via transrettale:

la stessa preparazione prevista per l’esame sovrapubico della prostata (v. capoverso precedente); inoltre, è necessario un clistere per la pulizia del retto (è sufficiente un Sorbiclis da acquistare in farmacia); tale operazione può essere eseguita la sera prima dell’esame o al mattino presto; peraltro, se il paziente sa di evacuare spontaneamente la sera del giorno precedente o nella mattinata del giorno dell’esame, il clistere non è necessario.

 

  • Milza, reni, tiroide, collo, ghiandole salivari, mammella, cavo ascellare, cavo popliteo, muscoli, tendini, masse sottocutanee, surreni, aorta addominale, regione inguinale, scroto, pene:

nessuna preparazione (in caso di esame del pene, l’interessato deve prima parlare con il medico che eseguirà l’esame per fornire alcune informazioni necessarie per le modalità di esecuzione dell’indagine oltre che per una valutazione approssimativa della durata dell’esame stesso).

E’ necessario portare con sé la documentazione relativa ad esami, di laboratorio e strumentali (non solo ecografici) eseguiti in precedenza.